domenica, 19 Maggio 2024

Verso la Parigi Roubaix 2023, la Regina delle Classiche

La Parigi Roubaix è la Regina delle Classiche e nelle 119 edizioni disputate fino al 2022 ha regalato imprese memorabili.

HOME#CiclopicoStatsVerso la Parigi Roubaix 2023, la Regina delle Classiche

Domenica si correrà la 120ª Parigi Roubaix

L’Inferno del Nord è pronto per spalancare le sue porte ai gladiatori delle due ruote, a chi sogna di scrivere il proprio nome in quella che è da sempre considerata la “Regina delle Classiche”. Domenica 9 aprile per gli appassionati sarà una Pasqua di grande ciclismo perché si correrà la Parigi Roubaix numero 120 della storia, con partenza da Compiègne ed arrivo dopo 256,6 km a Roubaix nel velodromo più famoso del mondo, il luogo che da sempre trasforma l’Inferno in Paradiso.

Percorso come da tradizione senza difficoltà altimetriche, ma reso duro e affascinante da quei 29 settori di pavé che rappresentano delle autentiche pietre miliari nella storia del ciclismo. Su tutti spiccheranno come sempre Foresta di Arenberg, Mons-en-Pévèle e Carrefour de l’Arbre, i tratti più impegnativi ed affascinanti, quelli che come sempre chiariranno i valori in campo.

Sarà un grande spettacolo, perché la Parigi Roubaix è una corsa unica al mondo, che divide i cuori. O la si ama o la si odia, non ci sono mezze misure: maledetta e meravigliosa, infernale e paradisiaca, pianeggiante e durissima, è la più anacronistica tra le competizioni e questo la rende ogni anno leggendaria.

In attesa di capire chi scolpirà il proprio nome sulle pietre francesi, ecco alcune curiosità statistiche sulla storia della Regina.

I primatisti individuali alla Parigi Roubaix

Solo due corridori ed entrambi di nazionalità belga sono stati capaci di vincere 4 volte la Parigi-Roubaix:

  • Roger De Vlaeminck trionfatore nel 1972, nel 1974, nel 1975 e nel 1977
  • Tom Boonen vincitore nel 2005, nel 2008, nel 2009 e nel 2012

Il “Gitano di Eeeklo” De Vlaeminck si è piazzato nel complesso 9 volte tra i migliori tre ed è primatista assoluto per podi conquistati. Tra i 7 ciclisti che hanno ottenuto 3 affermazioni c’è anche l’italiano Francesco Moser, dominatore della Regina per 3 anni di fila, dal 1978 al 1980.

In totale 89 gli atleti che hanno scritto il proprio nome nell’albo d’oro sulle 119 edizioni fin qui disputate, tenendo conto che nel 1949 si verificò il successo ex-equo tra l’azzurro Serse Coppi e il francese André Mahé. I ciclisti saliti almeno una volta sul podio sono stati nel complesso 222.

La classifica per nazioni alla Parigi Roubaix

Il Belgio comanda la classifica per nazioni con 57 successi (nel 47,90% delle edizioni disputate quindi) e 160 podi complessivi (44,82% di quelli disponibili) davanti alla Francia (28 vittorie e 85 piazzamenti tra i migliori tre).

Al 3° posto l’Italia che nella storia della Parigi-Roubaix ha centrato 14 affermazioni e 39 podi totali. Per i nostri colori l’ultima soddisfazione in ordine cronologico risale al 2021 quando Sonny Colbrelli coronò una prestazione spettacolare precedendo il belga Florian Vermeersch e l’olandese Mathieu Van der Poel (già vincitore in stagione della Milano-Sanremo e grande favorito assieme a Van Aert di questa edizione della Roubaix).

Sono 12 nel complesso le nazioni che hanno visto propri rappresentanti vincere trasformando l’Inferno in Paradiso e 21 quelle salite almeno una volta sul podio.


In attesa della Parigi Roubaix, vuoi rivivere le emozioni del Giro delle Fiandre 2023?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Classiche Monumento 2024: il focus dopo la Liegi

Philipsen, Van der Poel e Pogacar i ciclisti a segno nelle prime quattro Classiche Monumento 2024. Per l’Italia il podio di Mozzato al Fiandre, Belgio sempre in vetta alla classifica all-time.

Tadej Pogacar straripante alla Liegi Bastogne Liegi 2024

Stratosferica prova di Tadej Pogacar, dominatore alla Liegi Bastogne Liegi 2024. Lo sloveno bissa il trionfo del 2021 e festeggia la sesta vittoria nelle Classiche Monumento. Van der Poel 3°.

Liegi Bastogne Liegi 2024: favoriti e storia della corsa

Pogacar e Van der Poel i più attesi per la Liegi Bastogne Liegi 2024. Nella storia della Decana il Belgio ha ottenuto 61 vittorie, 15 le nazioni a segno, Merckx il migliore di sempre.

Freccia Vallone 2024: spunto vincente di Stephen Williams

Stephen Williams ha vinto la Freccia Vallone 2024 e ha regalato il primo successo in questa corsa alla Gran Bretagna. Sul podio anche Vauquelin e Van Gils, miglior italiano Formolo 24°.

Storia Liegi Bastogne Liegi: 12 vittorie azzurre in attesa dell’edizione 2024

La Liegi Bastogne Liegi chiuderà la primavera delle Classiche del Nord 2024. Nelle prime 109 edizioni l’Italia ha ottenuto 12 vittorie e 34 podi. Ultima gioia azzurra nel 2007 grazie a Di Luca.

TI POTREBBE PIACERE

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.

Tappa 11 Giro d’Italia 2024: Jonathan Milan domina in volata e concede il bis

Con una volata da manuale Jonathan Milan ha vinto la tappa 11 Giro d’Italia 2024 battendo Groves a Francavilla al Mare. Per l’azzurro bis alla corsa rosa e quinto sigillo stagionale, di cui 4 World Tour.

Tappa 10 Giro d’Italia 2024: vittoria di Valentin Paret Peintre

Doppietta transalpina nella tappa 10 Giro d’Italia 2024 con il primo successo in carriera di Valentin Paret Peintre e il 2° posto di Romain Bardet. Francia a quota 77 vittorie nella storia del Giro.

Statistiche Giro d’Italia 2024 al primo giorno di riposo

Le statistiche Giro d’Italia 2024 al giorno di riposo dopo 9 frazioni. Tadej Pogacar leader in classifica e per successi di tappa, 7 nazioni a segno, 5 podi dei corridori italiani.

Olav Kooij sfreccia a Napoli e conquista la nona tappa del Giro d’Italia 2024

Splendida volata di Olav Kooij che batte Jonathan Milan e firma la nona tappa del Giro d’Italia 2024. Per l’olandese è il quinto sigillo stagionale, il primo in carriera in un Grande Giro.