mercoledì, 22 Maggio 2024

Il Giro d’Italia 2023 inizia nel segno di Evenepoel

Remco Evenepoel ha vinto la cronometro Fossacesia Marina – Ortona ed ha indossato la prima maglia rosa del Giro d’Italia 2023

HOMEGrandi GiriGiro d'ItaliaIl Giro d’Italia 2023 inizia nel segno di Evenepoel

La “legge” di Remco Evenepoel

Una prova di forza per aggiudicarsi la prima tappa del Giro d’Italia 2023 e lanciare un segnale inequivocabile agli avversari più accreditati in vista del successo finale. Remco Evenepoel ha vinto e convinto, coprendo i 19,6 chilometri della cronometro Fossacesia Marina – Ortona in 21’18”, alla stratosferica media di 55,211 km/h, mettendo in chiaro fin da subito le sue intenzioni.

Il fuoriclasse belga ha dettato legge infliggendo ben 22” all’azzurro Filippo Ganna, assoluto specialista delle prove contro il tempo. Sul terzo gradino del podio, con un distacco di 29”, il portoghese Joao Almeida, poi a 40” il britannico Tao Geoghegan Hart e a 43” l’elvetico Stefan Kung. Tra gli altri favoriti per il trionfo finale da segnalare i 43” incassati dallo sloveno Primoz Roglic e i 55” accusati sia dal britannico Geraint Thomas che dal russo Aleksandr Vlasov.

Evenepoel ha ovviamente vestito anche la prima maglia rosa del Giro d’Italia 2023.

Evenepoel ha vinto la crono inaugurale del Giro d'Italia 2023. Photo Credits: LaPresse
Evenepoel ha vinto la crono inaugurale del Giro d’Italia 2023. Photo Credits: LaPresse

Evenepoel riporta il Belgio in rosa

Il ventitreenne Evenepoel ha conquistato il 1° successo in carriera sulle strade del Giro d’Italia, il 5° della sua fin qui già entusiasmante stagione (tutti in gare UCI World Tour), impreziosita in primavera dal bis consecutivo alla Liegi-Bastogne-Liegi. Siamo di fronte ad un autentico fuoriclasse, un predestinato che corsa dopo corsa sta confermando il suo strabiliante talento, legittimando le aspettative che lo accompagnano da sempre.

Remco ha vinto la tappa e indossato la maglia rosa da Campione del Mondo in carica (pur senza vestire il simbolo iridato perché si trattava di una cronometro). Era dal 2012 che un Campione del Mondo in carica non si aggiudicava tappe al Giro d’Italia, edizione in cui il britannico Mark Cavendish si impose in ben tre circostanze: ad Herning (in Danimarca), a Fano e a Cevere.

L’ultimo Campione del Mondo a indossare la maglia rosa fu invece l’australiano Cadel Evans, ad Utrecht in Olanda, al termine della frazione numero due dell’edizione 2010.

Era inoltre dal Giro del 2001 che un corridore belga non si vestiva di rosa. L’ultimo fu Rik Verbrugghe, vincitore anche in quel caso in una prova contro il tempo e sempre tra l’altro in Abruzzo, visto che si trattava della crono Montesilvano – Pescara. Verbrugghe rimase leader in graduatoria per le prime 4 frazioni.

Evenepoel ha iniziato alla grande questa avventura, ma il suo sogno è quello di vestire la rosa il 28 maggio e scrivere un pezzo di storia di ciclismo, a livello personale e per il suo Belgio a cui il successo al Giro manca dal 1978, anno in cui si impose Johan De Muynck.


Vuoi rileggere alcune curiosità statistiche messe in evidenza alla vigilia della corsa rosa 2023?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Statistiche Giro d’Italia 2024 dopo 15 tappe

Al secondo giorno di riposo Tadej Pogacar è il padrone della corsa con 4 sigilli parziali e 14 giorni in rosa. Sono 4 le frazioni vinte dagli italiani, 7 le nazioni a segno. Ecco le statistiche Giro d’Italia 2024.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

TI POTREBBE PIACERE

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.

Tappa 11 Giro d’Italia 2024: Jonathan Milan domina in volata e concede il bis

Con una volata da manuale Jonathan Milan ha vinto la tappa 11 Giro d’Italia 2024 battendo Groves a Francavilla al Mare. Per l’azzurro bis alla corsa rosa e quinto sigillo stagionale, di cui 4 World Tour.