domenica, 21 Aprile 2024

Vuelta 2023: la vittoria di Soupe e le statistiche delle prime 7 tappe

Il francese Soupe ha vinto la 7ª tappa della Vuelta 2023. Fin qui 2 acuti per l’australiano Groves e 2 giorni in maglia rossa per l’Italia. Attuale leader il giovane Martinez.

HOMEPillole CiclopicheVuelta 2023: la vittoria di Soupe e le statistiche delle prime 7...

Vuelta 2023: sorpresa Soupe sul traguardo di Oliva

Geoffrey Soupe si è imposto sul traguardo di Oliva aggiudicandosi la 7ª tappa della Vuelta 2023. Il corridore francese ha preceduto in una volata difficile da interpretare il venezuelano Orluis Aular ed il belga Edward Theuns (5° l’australiano Groves, 9° l’azzurro Ganna). Per l’esperto Soupe (classe 1988) si tratta del 3° centro stagionale, il 1° comunque di un certo spessore dopo i due collezionati in terra africana a La Tropicale Amissa Bongo (frazione di apertura e classifica finale).

Soupe ha permesso alla Francia di festeggiare il 9° successo del 2023 in gare World Tour ed è diventato tra l’altro il 78° ciclista a festeggiare in questa stagione affermazioni nelle corse del principale circuito UCI. Il 2° posto odierno di Aular rappresenta invece il primo podio in competizioni World Tour di questo anno solare per il Venezuela che è così diventato il 27° paese ad ottenere piazzamenti tra i migliori tre nelle gare World Tour disputate nel 2023. Entrambe le graduatorie di riferimento stagionali sono guidate dal Belgio (25 vittorie e 69 podi totali).

Vuelta 2023: Martinez il leader

Il giovane francese Lenny Martinez si è confermato in maglia rossa e comanda la classifica generale con 8” su Sepp Kuss (Usa), 51” su Marc Soler (Spa), 1’41” su Wout Poels (Ola), 1’48” su Steff Cras (Bel) e 1’58” su Mikel Landa (Spa).

Più indietro i big che si contenderanno trionfo finale e piazzamenti sul podio alla Vuelta 2023: 9° a 2’47” Evenepoel (Bel), 10° a 2’50” Mas (Spa) e Vingegaard (Dan), 12° a 2’58” Roglic (Slo), 13° a 3’03” Carthy (Gb), 14° a 3’06” Ayuso (Spa), 15° a 3’08” Uijtdebroeks (Bel), 16° a 3’17” Almeida (Por), 17°a 3’22” Rubio (Col), 18° a 3’36” Vlasov (Rus), 21° a 4’01” Rodriguez (Spa), 23° a 5’21” Thomas (Gb). Miglior italiano Damiano Caruso, 25° a 9’39”.

Le statistiche della Vuelta 2023

Ripercorriamo brevemente quanto accaduto nelle prime 6 tappe della Vuelta 2023, evidenziando alcune delle principali curiosità statistiche di ogni frazione, soprattutto in riferimento ai vincitori e alle nazioni di riferimento.

La cronosquadre di apertura

La 78ª Vuelta di Spagna si è aperta il 26 agosto con la cronometro a squadre di Barcellona vinta dal Team DSM-Firmenich alla media di 50,743 km/h con pochi centesimi di vantaggio sul Movistar Team. A 6” la EF Education-EasyPost, la Soudal – Quick Step di Evenepoel e la Groupama – FDJ, mentre la Jumbo-Visma di Vingegaard e Roglic ha pagato 32” di ritardo. A vestire la prima maglia rossa è stato l’azzurro Lorenzo Milesi, che pochi giorni prima si era laureato Campione del Mondo a cronometro tra gli Under 23.

Lo squillo del danese Kron

Andreas Kron si è aggiudicato la prima tappa individuale della Vuelta 2023 (a Barcellona) permettendo alla Danimarca di andare a segno nella corsa iberica per la quinta edizione consecutiva e di conquistare inoltre il 20° successo stagionale in competizioni World Tour. Kroon ha festeggiato una vittoria che gli sfuggiva da oltre due anni (dalla frazione di Disentis-Sedrun al Giro di Svizzera 2021). In maglia rossa un altro giovane azzurro, Andrea Piccolo.

L’accelerazione di Re Evenepoel

Sul traguardo di Arinsal ha primeggiato Remco Evenepoel che ha così collezionato l’11° successo stagionale complessivo e il 9° considerando solo le gare World Tour, raggiungendo quindi in testa alla classifica relativa al massimo circuito UCI gli sloveni Roglic e Pogacar e il danese Vingegaard.

Il dominatore della Vuelta di Spagna 2022 ha tra l’altro firmato il 25° trionfo del Belgio nelle gare World Tour disputate nel 2023 permettendo alla propria nazione di confermarsi in testa alla speciale graduatoria (seguita a quota 22 dalla Slovenia e a quota 20 dalla Danimarca). Evenepoel ha indossato la maglia rossa e centrato inoltre il 3° acuto parziale in carriera alla Vuelta dopo i due ottenuti un anno fa, nella crono di Alicante e a l’Alto de Piornal.

La doppietta di Groves

A Tarragona e a Burriana sono arrivate due volate perentorie di Kaden Groves. L’australiano con le 2 affermazioni ottenute alla Vuelta 2023 è salito a quota 6 acuti stagionali, di cui ben 5 in gare UCI World Tour (contando le due frazioni alla Volta a Catalunya e la tappa di Salerno al Giro d’Italia). Per lui i trionfi in carriera alla Vuelta sono diventati 3, dato che nel 2022 si era già imposto a Cabo de Gata. L’Australia è salita a quota 10 sigilli nelle competizioni World Tour corse in stagione.

Festa a stelle e strisce con Kuss e primato di “golden boy” Martinez

Di assoluto spessore il successo conquistato all’Observatorio Astrofisico de Javalambre da Sepp Kuss. Per lui è arrivato, dopo tante gare corse al servizio della squadra, il primo meritato centro personale in stagione (a 2 anni circa di distanza da quello ottenuto al Tour de France 2021, sul traguardo di Andorra).

Il ciclista classe 1994 ha messo a referto il 2° trionfo statunitense del 2023 in gare World Tour (dopo quello di McNulty nella tappa di Bergamo al Giro d’Italia) ed è tornato tra l’altro a primeggiare alla Vuelta 4 anni dopo la vittoria ottenuta al Santuario del Acebo nell’edizione 2019 (in quella che era stata l’ultima gioia a stelle e strisce nella corsa iberica).

In testa alla classifica della Vuelta 2023 si è portato il francese Lenny Martinez che a 20 anni e 56 giorni è diventato il ciclista più giovane di sempre a vestire la maglia rossa.

Due giorni in maglia rossa per gli italiani alla Vuelta 2023

Italia senza affermazioni di tappa in questa prima parte della Vuelta 2023. L’ultimo successo parziale azzurro rimane quello ottenuto da Damiano Caruso nel 2021 a l’Alto di Velefique. Con quella odierna sono diventate quindi 38 le frazioni individuali di digiuno per i nostri rappresentanti nella corsa iberica.

Per il movimento azzurro vanno comunque rimarcati i due giorni da leader in classifica di Milesi e Piccolo. Dal 2000 ad oggi sono stati in totale 38 le tappe in cui i corridori italiani hanno vestito la maglia rossa, di cui 20 grazie a Vincenzo Nibali.


Vuoi ripercorrere le statistiche delle gare disputate prima della Vuelta 2023?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Liegi Bastogne Liegi 2024: favoriti e storia della corsa

Pogacar e Van der Poel i più attesi per la Liegi Bastogne Liegi 2024. Nella storia della Decana il Belgio ha ottenuto 61 vittorie, 15 le nazioni a segno, Merckx il migliore di sempre.

Freccia Vallone 2024: spunto vincente di Stephen Williams

Stephen Williams ha vinto la Freccia Vallone 2024 e ha regalato il primo successo in questa corsa alla Gran Bretagna. Sul podio anche Vauquelin e Van Gils, miglior italiano Formolo 24°.

Storia Liegi Bastogne Liegi: 12 vittorie azzurre in attesa dell’edizione 2024

La Liegi Bastogne Liegi chiuderà la primavera delle Classiche del Nord 2024. Nelle prime 109 edizioni l’Italia ha ottenuto 12 vittorie e 34 podi. Ultima gioia azzurra nel 2007 grazie a Di Luca.

Domani la Freccia Vallone 2024: storia e statistiche

La Freccia Vallone 2024 è il penultimo atto delle Classiche del Nord. Belgio leader con 39 vittorie, per l’Italia 18 trionfi e 43 podi totali. Ultimo acuto azzurro di Rebellin nel 2009.

Thomas Pidcock ha vinto l’Amstel Gold Race 2024

Il successo di Thomas Pidcock all’Amstel Gold Race 2024 è il primo di un britannico nella classica olandese. Sul podio anche Hirschi e Benoot. Per Pidcock la rivincita dopo il 2° posto del 2021.

TI POTREBBE PIACERE

Juan Pedro Lopez ha vinto il Tour of the Alps 2024

Lo spagnolo Juan Pedro Lopez ha firmato il Tour of the Alps 2024 precedendo sul podio l’australiano Ben O’Connor e l’azzurro Antonio Tiberi. Per l’Italia anche la tappa vinta da De Marchi.

Freccia Vallone 2024: spunto vincente di Stephen Williams

Stephen Williams ha vinto la Freccia Vallone 2024 e ha regalato il primo successo in questa corsa alla Gran Bretagna. Sul podio anche Vauquelin e Van Gils, miglior italiano Formolo 24°.

Thomas Pidcock ha vinto l’Amstel Gold Race 2024

Il successo di Thomas Pidcock all’Amstel Gold Race 2024 è il primo di un britannico nella classica olandese. Sul podio anche Hirschi e Benoot. Per Pidcock la rivincita dopo il 2° posto del 2021.

Alexey Lutsenko ha vinto il Giro d’Abruzzo 2024

Il trentunenne Alexey Lutsenko ha vinto il Giro d’Abruzzo 2024 e ha firmato i primi sigilli stagionali del Kazakistan. Successi di tappa anche per Zanoncello, Christen e Sivakov.

Domenica l’Amstel Gold Race 2024: storia e statistiche in chiave Italia

In attesa dell’Amstel Gold Race 2024 ecco le statistiche sui migliori risultati italiani nella storia della corsa olandese. Fin qui 7 trionfi e 25 podi, miglior azzurro Gasparotto.

Van der Poel ha dominato la Parigi Roubaix 2024, eguagliando Van Looy!

La Parigi Roubaix 2024 ha premiato Mathieu Van der Poel. Per l’olandese bis consecutivo e come fatto da Van Looy nel 1962 accoppiata Fiandre – Roubaix nella stessa stagione in maglia iridata!