domenica, 16 Giugno 2024

Denz concede il bis al Giro 2023, Armirail riporta la Francia in rosa

Nico Denz è il secondo corridore con due successi al Giro 2023, Armirail permette alla Francia di tornare in rosa dopo 23 edizioni di digiuno.

HOMEGrandi GiriGiro d'ItaliaDenz concede il bis al Giro 2023, Armirail riporta la Francia in...

Nico Denz di potenza a Cassano Magnago

Aveva vinto a Rivoli, concede il prestigioso bis a Cassano Magnago aggiudicandosi la quattordicesima tappa e diventando uno dei grandi protagonisti del Giro d’Italia 2023. Tutti in piedi per Nico Denz, formidabile nel cogliere al volo la chance e nel capitalizzare la fuga che ha caratterizzato questa ennesima piovosa giornata.

Se ne sono andati in 29 e si sono dati battaglia rendendo incandescente il finale con scatti e allunghi, ma ad avere la meglio è stato ancora una volta il ventinovenne tedesco che ha ripreso Oldani, Ballerini e Skujins e ha poi trovato le energie per vincere lo sprint ristretto, davanti al canadese Derek Gee e all’azzurro Alberto Bettiol. Il gruppo dei big ha lasciato fare arrivando al traguardo con un ritardo di 21’11”.

Nella top ten della frazione numero 14 oltre a Bettiol anche altri quattro azzurri: Davide Ballerini (5°), Stefano Oldani (8°), Andrea Pasqualon (9°) e Mirco Maestri (10°).

Fuga in porto, Armirail in rosa

Tra i fuggitivi di giornata gloria anche per Bruno Armirail che ha approfittato del disinteresse degli uomini di classifica andando a conquistare la maglia rosa. Partito stamattina in 23ª posizione con un ritardo di 18’37”, si trova adesso clamorosamente in testa della generale con 1’41” sul britannico Geraint Thomas, 1’43” sullo sloveno Primoz Roglic, 2’03” sul portoghese Joao Almeida, 2’23” sul norvegese Andreas Leknessund e 3’09” sull’azzurro Damiamo Caruso.

Spettacolare bis di Denz

Nico Denz ha bissato il successo conquistato due giorni fa a Rivoli ed è diventato così il secondo corridore in questa edizione della corsa rosa ad ottenere due affermazioni. Prima di lui c’era riuscito solo il belga Remco Evenepoel, nelle prove contro il tempo di Ortona e Cesena, prima di salutare la corsa. L’ultimo tedesco ad aggiudicarsi due tappe del Giro nella stessa edizione era stato Pascal Ackermann nel 2019 (a Fucecchio e Terracina).

La Germania è tra l’altro la prima nazione della corsa rosa 2023 a portarsi a tre vittorie parziali, considerando anche quella dello stesso Ackermann a Tortona. Sono diventati nel complesso 41 i trionfi di tappa tedeschi nella storia del Giro (29 nel nuovo millennio).

Nico Denz concede il bis vincendo la tappa numero 14 del Giro d'Italia. Photo Credits: LaPresse
Nico Denz concede il bis vincendo la tappa numero 14 del Giro d’Italia. Photo Credits: LaPresse

La Francia torna in rosa con Armirail

L’altro grande protagonista di giornata, oltre al bravissimo Denz, è senza ombra di dubbio Bruno Armirail. Il ventinovenne nato a Tarbes ha infatti conquistato a sorpresa la maglia rosa ed è diventato il 15° francese di sempre a indossare il simbolo del primato al Giro.

Si tratta di una leadership storica, perché per ritrovare un transalpino in vetta alla classifica della competizione color Gazzetta bisogna tornare addirittura all’edizione del 1999, quando Laurent Jalabert vestì per 8 giorni non consecutivi la maglia, prima di lasciarla all’italiano Marco Pantani. Per la Francia, diventata la quarta nazione primatista a questo Giro dopo Belgio, Norvegia e Gran Bretagna, si tratta quindi della prima volta in rosa nel nuovo millennio.

Quanti ritiri

Sono stati 132 i ciclisti a tagliare il traguardo di Cassano Magnago rispetto ai 176 che sabato 6 maggio erano partiti per l’avventura rosa da Fossacesia Marina. In 44 quindi per un motivo o per un altro hanno salutato il Giro. Si tratta di un numero molto elevato, ma che non rappresenta il record assoluto a questo punto della competizione per quanto concerne il nuovo millennio.

Al via dell’edizione 2007, scattata dalla Sardegna con la cronosquadre de La Maddalena, erano in 197 (dovevano essere 198, poi Da Cruz non partì), ma a portare a termine il 14° giorno di gara (tappa di Bergamo vinta da Stefano Garzelli) furono in 147, con 50 abbandoni totali quindi (di cui 11 proprio in quella frazione).

Quella attuale ha visto ai nastri di partenza meno ciclisti (176) ed è l’edizione che dopo 14 giorni vede in gara meno corridori in assoluto considerando quelle corse nel nuovo millennio (come detto sono rimasti in 132).

Le altre curiosità di oggi

La Germania con il sigillo odierno di Nico Denz ha collezionato il quinto trionfo stagionale in competizioni World Tour (decimo complessivo contando tutte le corse UCI disputate fin qui nel 2023), il canadese Derek Gee è giunto per la terza volta al 2° posto in questa edizione della corsa rosa (dopo quelli di Fossombrone e Viareggio) e Alberto Bettiol ha firmato il decimo podio italiano al Giro 2023.

Con i risultati di oggi sono saliti in totale a 46 i piazzamenti di corridori azzurri nella top ten, sulle 14 tappe fin qui disputate (restano due le vittorie per il nostro movimento, quelle centrate da Milan e da Bais).


Vuoi rileggere le statistiche relative alla tredicesima tappa del Giro d’Italia 2023?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Thibau Nys firma la terza tappa Giro di Svizzera 2024, nuovo leader Bettiol

Colpo di classe del giovane belga Thibau Nys che si aggiudica la terza tappa Giro di Svizzera 2024. Con il 3° posto di giornata l’azzurro Alberto Bettiol balza in testa alla classifica!

Storica impresa di Van der Poel al Giro delle Fiandre 2024

L’olandese Mathieu Van der Poel ha dominato il Giro delle Fiandre 2024 vincendo da Campione del Mondo e firmando il tris in carriera. Sul podio anche l’azzurro Luca Mozzato.

Giro delle Fiandre 2024: domenica 31 marzo il grande appuntamento

Domenica 31 marzo si correrà il Giro delle Fiandre 2024, seconda tra le Classiche Monumento della stagione. Per l’Italia nella storia 11 vittorie, Magni miglior azzurro di sempre

Milano Torino 2024: Fuga vincente di Alberto Bettiol

Alberto Bettiol si è aggiudicato la Milano Torino 2024 e ha regalato all’Italia il 74° successo nella storia della corsa più antica del mondo. È l’ottava vittoria azzurra in stagione.

Brandon McNulty ha vinto la Volta a la Comunitat Valenciana 2024

Nella Volta a la Comunitat Valenciana 2024 festeggia McNulty. È il primo trionfo statunitense nella corsa spagnola. Mads Pedersen a segno nella 54ª Étoile de Bessèges (3° Bettiol).

TI POTREBBE PIACERE

Trionfo di Roglic al Giro del Delfinato 2024

Ultima tappa a Rodriguez davanti a Jorgenson nel giorno del trionfo di Roglic al Giro del Delfinato 2024. Sloveno al bis dopo il successo del 2022. Al Tour de Suisse prologo al belga Lampaert.

Italiani al Tour de France: i migliori risultati nella storia in vista del 2024

In attesa dell’edizione 2024, i ciclisti italiani al Tour de France hanno trionfato 10 volte e ottenuto in totale 41 podi finali. Bottecchia, Bartali e Coppi a quota due successi.

Giro di Svizzera 2024: favoriti, tappe e statistiche

Dal 9 al 16 giugno il Giro di Svizzera 2024 con tanti big al via. Nella storia il miglior interprete è l'azzurro Fornara, per l'Italia in totale 19 successi. Nel complesso 68 i corridori a segno!

Statistiche Giro d’Italia 2024: il focus sui risultati azzurri

Le 3 vittorie di tappa e la maglia ciclamino di Milan, il 5° posto nella generale e la maglia bianca di Tiberi, i sigilli di Vendrame e Ganna le note liete per il ciclismo azzurro. Le statistiche Giro d’Italia

Giro d’Italia, Pogacar festeggia il trionfo nell’edizione 2024, a Merlier l’ultimo sprint

L'ultima tappa della corsa rosa 2024 è di Tim Merlier. Giro d'Italia, Pogacar corona il sogno rosa sulla scia dei trionfi più significativi di sempre. Le statistiche.

Trionfo Pogacar, Giro d’Italia 2024 in cassaforte da padrone

Sesta frazione vinta dal campione sloveno che mette il punto esclamativo sul trionfo in rosa. Pogacar - Giro d’Italia 2024, un binomio perfetto, una meraviglia da record per chi ama il ciclismo!