giovedì, 23 Maggio 2024

Giro d’Italia: l’edizione 2022 in numeri, in attesa della nuova sfida

A pochi giorni dal via del Giro d'Italia 2023, ripercorriamo le emozioni della scorsa edizione, vinta dall'australiano Hindley.

HOMEGrandi GiriGiro d'ItaliaGiro d'Italia: l'edizione 2022 in numeri, in attesa della nuova sfida

Grande attesa per il Giro d’Italia 2023

Si avvicina a grandi passi l’atteso appuntamento con il Giro d’Italia 2023. L’edizione numero 106 della corsa rosa scatterà sabato 6 maggio da Fossacesia Marina con una cronometro individuale per concludersi dopo tre settimane imperdibili domenica 28 maggio a Roma. Percorsi spettacolari che toccheranno luoghi incantevoli della nostra penisola e che regaleranno sicuramente tante emozioni a livello agonistico.

Lo sloveno Primoz Roglic e il belga Remco Evenepoel sembrano sulla carta i grandi duellanti per il trionfo finale al Giro d’Italia 2023, ma sarà come sempre la strada a delineare i valori in campo. Giorno dopo giorno, esaltando le doti di tanti protagonisti, anche per i successi parziali.

Giro d’Italia: nel 2022 il primo trionfo australiano

In attesa di vivere le emozioni del Giro d’Italia 2023, facciamo un passo indietro per ripercorrere attraverso i numeri quanto accaduto dodici mesi fa. L’edizione 2022 fece registrare il trionfo di Jai Hindley, vincitore davanti all’ecuadoriano Richard Carapaz e allo spagnolo Mikel Landa, attardati rispettivamente di 1’18” e di 3’24”.

Il miglior italiano in classifica fu Vincenzo Nibali, 4° a 9’02” nell’ultima partecipazione alla corsa rosa della sua straordinaria carriera. Hindley è stato il primo australiano di sempre ad imporsi nella competizione color Gazzetta, il 6° extra-europeo e il 68° corridore in assoluto ad aggiudicarsi il Giro d’Italia.

Per Hindley, Carapaz e Landa il podio al Giro d’Italia 2022 non fu il primo ottenuto in carriera alla corsa rosa. L’australiano era stato 2° nel 2020, l’ecuadoriano aveva vinto nel 2019, l’iberico era arrivato 3° nel 2015. Un podio senza “new entry” quindi, cosa che non si verificava addirittura dal 1998, edizione in cui l’azzurro Marco Pantani (che era stato 2° nel 1994) si impose davanti al russo Pavel Tonkov e al connazionale Giuseppe Guerini, già rispettivamente 2° e 3° nel 1997.

Al Giro d’’Italia del 2022 azzurri fuori dal podio per la 4ª volta sulle 23 edizioni del nuovo millennio, così come accaduto nel 2012, nel 2018 e nel 2020.

Le altre maglie del Giro 2022

Dodici mesi fa il francese Arnaud Démare conquistò per la 2ª volta in carriera la maglia ciclamino (come nel 2020) e regalò alla Francia il quarto trionfo totale nella classifica a punti, Lopez Perez fu il primo spagnolo ad aggiudicarsi la maglia bianca di miglior giovane, Koen Bouwman divenne il primo olandese ad imporsi nella graduatoria per scalatori (la maglia azzurra).

Le vittorie parziali al Giro 2022

Le 21 tappe disputate nella scorsa edizione della corsa rosa fecero registrare 17 differenti vincitori. In tre conquistarono più di un successo:

  • 3 il francese Arnaud Démare (a Messina, Scalea e Cuneo)
  • 2 il britannico Simon Yates (nella crono individuale di Budapest e sul traguardo di Torino)
  • 2 l’olandese Koen Bouwman (Potenza e Santuario di Castelmonte).

Tra le 10 le nazioni a bersaglio nel 2022 leadership per l’Italia con 5 affermazioni di tappa:

  • Alberto Dainese a Reggio Emilia
  • Stefano Oldani a Genova
  • Giulio Ciccone a Cogne
  • Alessandro Covi sulla Marmolada (Passo Fedaia)
  • Matteo Sobrero nella cronometro di Verona

A quota tre sigilli Olanda, Francia e Gran Bretagna, poi il Belgio con due. Un acuto a testa per Etiopia, Repubblica Ceca, Germania, Australia e Colombia.

Italia al di sotto del bottino conquistato nel 2021 (7 vittorie in quel caso) e lontanissima dalle annate record del nuovo millennio (16 acuti parziali sia nel 2003 che nel 2004).

Storico il successo ottenuto a Jesi da Biniam Girmay che permise alla sua Eritrea di diventare la 36ª nazione a vincere tappe nella storia del Giro. Rilevanti i sigilli del britannico Mark Cavendish (salito a quota 16 trionfi alla corsa rosa e salito al 16° posto nella classifica all-time) e del francese Arnaud Démare (salito a quota 8 con il tris dell’edizione 2022 e diventato così il miglior francese di sempre per vittorie parziali al Giro).


In attesa del Giro d’Italia 2023 vuoi scoprire altre curiosità statistiche sulla corsa rosa?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

PT1M56S

Alberto Dainese, Giro d’Italia 2024: “sogno una vittoria di tappa anche in questa edizione”

Alberto Dainese in carriera ha già vinto due tappe al Giro d'Italia e in questa edizione 2024 andrà a caccia del tris. Le sue parole ai nostri microfoni subito dopo l'arrivo della crono Foligno-Perugia, tappa numero 7 del Giro d'Italia 2024.

Storia Giro d’Italia in vista dell’edizione 2024

Storia Giro d’Italia: 22 ciclisti vantano almeno due trionfi finali, 42 sono le frazioni vinte da Mario Cipollini e 32 le nazioni con successi di tappa dal 2000 in poi.

Sono stati 6 i ciclisti extra-europei a vincere il Giro d’Italia

Nelle 105 edizioni individuali del Giro d’Italia che si sono disputate fino al 2023 i successi di corridori extra-europei sono stati soltanto 6.

Vuelta 2023: Alberto Dainese detta legge a Íscar, 2° Ganna

Doppietta azzurra nella 19ª tappa della Vuelta 2023 grazie al successo di Alberto Dainese davanti a Filippo Ganna. Per l’Italia 11° centro stagionale World Tour.

Il Tour de France 2023 in numeri, seconda parte

Vingegaard con il trionfo al Tour de France 2023 è il 14° di sempre a vincere almeno due edizioni di fila, 5 i podi di Pogacar nei Grandi Giri, 382 in totale i ciclisti a podio a Giro, Tour e Vuelta.

TI POTREBBE PIACERE

Gioia tedesca nella tappa 17 Giro d’Italia 2024 grazie a Georg Steinhauser

Georg Steinhauser ha vinto la tappa 17 Giro d’Italia 2024, ha centrato il primo trionfo in carriera e ha firmato il primo sigillo tedesco di questa edizione. Pogacar 2° porta a 16 i giorni consecutivi in rosa!

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.