mercoledì, 22 Maggio 2024

Van der Poel ha dominato la Parigi Roubaix 2024, eguagliando Van Looy!

La Parigi Roubaix 2024 ha premiato Mathieu Van der Poel. Per l’olandese bis consecutivo e come fatto da Van Looy nel 1962 accoppiata Fiandre – Roubaix nella stessa stagione in maglia iridata!

HOMEClassiche MonumentoVan der Poel ha dominato la Parigi Roubaix 2024, eguagliando Van Looy!

Impresa di Van der Poel alla Parigi Roubaix 2024

Un volo solitario di 59,7 chilometri per mettere la firma in una delle imprese più significative mai realizzate nella storia del ciclismo. Mathieu Van der Poel si è aggiudicato la Parigi Roubaix 2024 rispettando il ruolo di favorito assoluto e andando ben oltre rispetto a quello che ci si poteva immaginare.

Il Campione del Mondo ha infatti messo le cose in chiaro accelerando sul tratto di pavé di Orchies quando mancavano 59,7 km al traguardo, ha subito fatto il vuoto facendo valere la sua pedalata elegante ed ha continuato a guadagnare terreno, tanto da festeggiare il trionfo nel sempre affascinante Velodromo di Roubaix con 3’00” di margine sul belga Jasper Philipsen (suo compagno di squadra), sul danese Mads Pedersen e sul tedesco Nils Politt.

A 3’15” lo svizzero Stefan Küng, a 3’47” l’altro belga Gianni Vermeersch (altro compagno di team di Van der Poel) e a 3’48” il neozelandese Laurence Pithie, mentre per trovare il miglior italiano bisogna scorrere l’ordine d’arrivo fino 50° posto, ottenuto da Andrea Pasqualon, con un ritardo di 9’34”.

Azzurri lontani dalle posizioni di vertice in una Parigi Roubaix 2024 che ha permesso a Mathieu Van der Poel di scrivere una pagina di grande ciclismo e di mettere in fila una serie di strepitosi record. Per lui l’Inferno del Nord si è trasformato di nuovo in un meraviglioso angolo di Paradiso ed il bis alla Regina delle Classiche lo eleva ancora di più tra i miti delle due ruote.

L’olandese ha attaccato da lontano come fatto la settimana scorsa al Giro delle Fiandre e si è fatto trovare pronto all’appuntamento con lo storia, regalando spettacolo, come sempre e più di sempre, volando sulle mitiche pietre della Parigi Roubaix 2024, esaltando quel Velodromo che si sta abituando alle sue imprese da fenomeno!

Parigi Roubaix 2024, vittoria da record per Van der Poel
Parigi Roubaix 2024, vittoria da record per Van der Poel

I primati di Van der Poel alla Parigi Roubaix 2024

Mathieu Van der Poel ha vinto la Regina delle Classiche Monumento per il secondo anno di fila ed ha firmato il 9° successo olandese nella storia della Parigi Roubaix, il terzo consecutivo considerando anche quello ottenuto da Dylan Van Baarle nel 2022. Mai finora l’Olanda aveva festeggiato il trionfo in questa Classica Monumento per tre anni di fila.

Mathieu ha portato a termine la sua meravigliosa impresa coprendo i 259,7 km del percorso in 5 ore, 25 minuti e 58 secondi, alla media di 47,802 km/h. Quella del 2024 diventa quindi la Parigi Roubaix più veloce di sempre, migliorando il primato di 46,841 km/h che era stato stabilito nella scorsa edizione sempre dal campione olandese. Sintetizzando si potrebbe affermare che solo Van der Poel batte Van der Poel.

Il bis consecutivo alla Parigi Roubaix di VdP

Il fuoriclasse Mathieu ha messo insieme 104,7 chilometri totali in fuga solitaria tra il Fiandre e la Roubaix e con la sontuosa azione odierna ha firmato la 121ª edizione dell’Inferno delle Classiche del Nord, diventando il dodicesimo ciclista capace di centrare almeno due vittorie consecutive. Ecco chi ci è riuscito:

  • Maurice Garin (Italia) nel 1897 e nel 1898
  • Lucien Lesna (Francia) nel 1901 e nel 1902
  • Hippolyte Aucouturier (Francia) nel 1903 e nel 1904
  • Octave Lapize (Francia) nel 1909, nel 1910 e nel 1911
  • Gaston Rebry (Belgio) nel 1934 e nel 1935
  • Georges Claes (Belgio) nel 1946 e nel 1947
  • Rik Van Looy (Belgio) nel 1961 e nel 1962
  • Roger De Vlaeminck (Belgio) nel 1974 e nel 1975
  • Francesco Moser (Italia) nel 1978, nel 1979 e nel 1980
  • Gilbert Duclos-Lasalle (Francia) nel 1992 e nel 1993
  • Tom Boonen (Belgio) nel 2008 e nel 2009
  • Mathieu Van der Poel (Olanda) nel 2023 e nel 2024
Parigi Roubaix, il monumento che simboleggia il pavé. Foto Ciclopico Webzine
Parigi Roubaix, il monumento che simboleggia il pavé. Foto Ciclopico Webzine

Vdp è il quinto a vincere la Roubaix in maglia iridata

Van der Poel è il sesto di sempre a conquistare la Regina delle Classiche Monumento in maglia iridata. L’impresa è riuscita fin qui solo ai seguenti Campioni del Mondo:

  • Rik Van Looy (Belgio) nel 1961 e nel 1962
  • Eddy Merckx (Belgio) nel 1969
  • Francesco Moser (Italia) nel 1978
  • Bernard Hinault (Francia) nel 1981
  • Peter Sagan (Slovacchia) nel 2018
  • Mathieu Van der Poel (Olanda) nel 2024

Mathieu firma l’accoppiata Fiandre – Roubaix nello stesso anno

Il fuoriclasse olandese è l’undicesimo ciclista capace di vincere nello stesso anno Giro delle Fiandre e Parigi Roubaix. Ecco i nomi aggiornati di chi ha firmato la doppietta:

  • Henri Suter (Svizzera) nel 1923
  • Romain Gyssels (Belgio) nel 1932
  • Gaston Rebry (Belgio) nel 1934
  • Raymond Impanis (Belgio) nel 1954
  • Fred De Bruyne (Belgio) nel 1957
  • Rik Van Looy (Belgio) nel 1962
  • Roger De Vlaeminck (Belgio) nel 1977
  • Peter Van Petegem (Belgio) nel 2003
  • Tom Boonen (Belgio) nel 2005 e nel 2012
  • Fabian Cancellara (Svizzera) nel 2010 e nel 2013
  • Mathieu Van der Poel (Olanda) nel 2024

Mathieu eguaglia il primato di Van Looy

Tra i vari primati firmati nell’edizione numero 121 dell’Inferno del Nord, ne spicca uno in particolare. Van der Poel ha infatti realizzato nello stesso anno l’accoppiata Fiandre – Roubaix indossando la maglia iridata, impresa che fino ad oggi era riuscita solo nel 1962 a Rik Van Looy.

Il belga nella stessa stagione aveva messo in archivio anche il successo nella Gand-Wevelgem, mentre Mathieu è il primo di sempre ad aggiungere alla strepitosa accoppiata tra le due più prestigiose Classiche del Nord in maglia iridata anche il trionfo alla E3 Harelbeke.

La tripletta Harelbeke, Fiandre e Roubaix NON da Campione del Mondo in carica è stata siglata anche da Boonen nel 2005 e nel 2012 e da Cancellara nel 2010 e nel 2013.

La giornata di festa per l’Alpecin Deceuninck è stata completata dal 2° posto del belga Jasper Philipsen. Per il secondo anno di fila i primi due gradini del podio della Regina sono stati occupati da questi due corridori, mentre Mads Pedersen con il suo 3° posto ha permesso alla Danimarca di centrare il secondo podio nella storia della Roubaix. L’unico precedente era stato nel 1896, anno della prima edizione, quando Charles Meyer si era piazzato alle spalle del tedesco Joseph Fischer.

Vdp è il ciclista in attività con più Classiche Monumento vinte

Quello alla Parigi Roubaix 2024 è il sesto trionfo conquistato nelle Classiche Monumento da Mathieu Van der Poel. Nel sempre più ricco palmares del fuoriclasse olandese brillano infatti il Giro delle Fiandre nel 2020, nel 2022 e nel 2024, la Milano-Sanremo 2023, la Parigi-Roubaix nel 2023 e nel 2024. Vdp ha quindi staccato di una lunghezza lo sloveno Pogacar ed è diventato il corridore in attività con più affermazioni nelle cinque gare in linea più prestigiose.

Mathieu è tra l’altro entrato nel ristrettissimo club dei 16 corridori capaci in carriera di aggiudicarsi almeno 6 Classiche Monumento agganciando al decimo posto della classifica all-time gli italiani Alfredo Binda, Francesco Moser e Moreno Argentin, i belgi Fred De Bruyne e Johan Museeuw e il francese Henri Pelissier.

Una vittoria storica sotto tanti punti di vista quindi, per un campione che nelle corse di un giorno sta regalando emozioni e scrivendo pagine destinate a rimanere nella memoria di tutti gli appassionati!

Parigi Roubaix, ultimo tratto prima di ingresso in Velodromo. Foto Ciclopico Webzine
Parigi Roubaix, ultimo tratto prima di ingresso in Velodromo. Foto Ciclopico Webzine

Le Classiche del Nord 2024 già corse e le prossime in calendario

La Parigi-Roubaix ha rappresentato uno dei piatti forti della Campagna del Nord. Giusto riepilogare le principali classiche che si sono disputate in Belgio e nella parte settentrionale della Francia prima del grande appuntamento di oggi:


Vuoi rivedere le interviste video realizzate alla Strade Bianche 2024?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Giro d’Italia 2024: tra i ciclisti al via in 27 hanno già vinto tappe

Tra i partenti al Giro d’Italia 2024 solo Nairo Quintana ha conquistato il successo finale, già saliti sul podio anche Chaves, Caruso e Thomas. In 27 hanno invece vinto tappe alla corsa rosa.

Storia Giro d’Italia in vista dell’edizione 2024

Storia Giro d’Italia: 22 ciclisti vantano almeno due trionfi finali, 42 sono le frazioni vinte da Mario Cipollini e 32 le nazioni con successi di tappa dal 2000 in poi.

Carlos Rodriguez ha vinto il Tour de Romandie 2024

Il Tour de Romandie 2024 si è chiuso con il trionfo di Carlos Rodriguez. È il terzo della Spagna nella storia della corsa. Per il ciclista iberico seconda vittoria World Tour in stagione.

Giro d’Italia 2024: favoriti e tappe

Definiti gli iscritti al Giro d’Italia 2024 che scatterà il 4 maggio. Tra i favoriti il principale è Tadej Pogacar, già a segno 7 volte in stagione. Italiani a caccia del 206° podio nella storia.

TI POTREBBE PIACERE

Gioia tedesca nella tappa 17 Giro d’Italia 2024 grazie a Georg Steinhauser

Georg Steinhauser ha vinto la tappa 17 Giro d’Italia 2024, ha centrato il primo trionfo in carriera e ha firmato il primo sigillo tedesco di questa edizione. Pogacar 2° porta a 16 i giorni consecutivi in rosa!

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.