mercoledì, 22 Maggio 2024

Verso la Parigi Roubaix 2024: le statistiche sulla storia

Si avvicina il gran giorno della Parigi Roubaix 2024. Nelle 120 edizioni della Regina delle Classiche disputate finora il Belgio ha centrato 57 trionfi. Sono 12 le nazioni con vittorie.

HOMEClassiche MonumentoVerso la Parigi Roubaix 2024: le statistiche sulla storia

La storia della Parigi Roubaix in vista dell’edizione 2024

Quasi tutto pronto per la Parigi Roubaix 2024, il 121° atto nella storia della Regina delle Classiche. La prima edizione di questa meravigliosa corsa si disputò nel 1896 e fu vinta dal tedesco Josef Fischer, seguita poi dalla doppietta consecutiva dell’italiano Maurice Garin e dal sigillo del francese Albert Champion. Per assistere al primo trionfo belga bisogna invece arrivare al 1908, anno in cui ad imporsi fu Cyrille Van Hauwaert.

Sono stati fino a questo momento 12 i paesi che hanno conquistato affermazioni nell’Inferno del Nord, ultimo dei quali in ordine cronologico la Slovacchia, a bersaglio nel 2018 con Peter Sagan. In attesa della Parigi Roubaix 2024 al comando della classifica per nazioni c’è il Belgio, con 57 successi e 162 podi totali (compresi 53 secondi e 52 terzi posti). A seguire la Francia con 28 trionfi, poi l’Italia che ha festeggiato 14 volte. Nel complesso sono 21 i paesi che vantano almeno un piazzamento tra i migliori tre.

Parigi Roubaix, ultimo tratto prima di ingresso in Velodromo. Foto Ciclopico Webzine
Parigi Roubaix, ultimo tratto prima di ingresso in Velodromo. Foto Ciclopico Webzine

I migliori specialisti nella storia della Parigi Roubaix

Dopo aver analizzato nel precedente articolo i migliori risultati centrati dagli italiani nella storia della Parigi Roubaix prima del 2024, oggi metteremo in evidenza le statistiche individuali a livello generale. Tra i 90 corridori che hanno collezionato successi nella Regina delle Classiche del Nord in 9 hanno festeggiato almeno tre volte. Ecco di chi si tratta.

  • Roger De Vlaeminck (Belgio) 4 vittorie: nel 1972, nel 1974, nel 1975 e nel 1977
  • Tom Boonen (Belgio) 4 vittorie: nel 2005, nel 2008, nel 2009 e nel 2012
  • Octavie Lapize (Francia) 3 vittorie: nel 1909, nel 1910 e nel 1911
  • Gaston Rebry (Belgio) 3 vittorie: nel 1931, nel 1934 e nel 1935
  • Rik Van Looy (Belgio) 3 vittorie: nel 1961, nel 1962 e nel 1965
  • Eddy Merckx (Belgio) 3 vittorie: nel 1968, nel 1970 e nel 1973
  • Francesco Moser (Italia) 3 vittorie: nel 1978, nel 1979 e nel 1980
  • Johan Museeuw (Belgio) 3 vittorie: nel 1996, nel 2000 e nel 2002
  • Fabian Cancellara (Svizzera) 3 vittorie: nel 2006, nel 2010 e nel 2013

In totale sono 223 i ciclisti saliti sul podio nella storia della Regina delle Classiche Monumento, mentre tra le nazioni con almeno 3 affermazioni quella che non festeggia da più tempo è la Francia, a secco dal 1997, anno del trionfo ottenuto a sorpresa da Frédéric Guesdon davanti ai belgi Jo Planckaert ed Eddy Merckx.

Pre Parigi Roubaix 2024. L'ultimo giro di Van der Poel nel Velodromo in occasione del successo ottenuto nel 2023. Foto Ciclopico Webzine
Parigi Roubaix: ultimo giro di Van der Poel nel Velodromo nell’edizione 2023, foto Ciclopico Webzine

Le Classiche del Nord 2024 già corse e le prossime in calendario

La Parigi-Roubaix rappresenta uno dei piatti forti della Campagna del Nord. In attesa del grande appuntamento giusto riepilogare le principali classiche che si sono disputate finora in Belgio e nella parte settentrionale della Francia

Giro delle Fiandre 2024, trionfo di Mathieu Van der Poel
Giro delle Fiandre 2024, trionfo di Mathieu Van der Poel

Dopo la Parigi Roubaix di domenica l’attenzione si sposterà sulle Ardenne con la seconda parte delle Classiche del Nord 2024. Il calendario si aprirà mercoledì 10 aprile con la Freccia del Brabante, poi ecco l’intensa settimana caratterizzata da tre imperdibili gare World Tour: domenica 14 aprile in Olanda l’Amstel Gold Race, poi gran finale in Belgio con la Freccia Vallone di mercoledì 17 aprile e la Liegi-Bastogne-Liegi di domenica 21 aprile, la quarta tra le Classiche Monumento previste in stagione.

I tratti simbolo della Parigi Roubaix 2024

La Parigi Roubaix 2024 si correrà con partenza da Compiègne e arrivo all’interno del mitico Velodromo dopo 260 chilometri di gara totali, di cui 55,57 chilometri in pavé, suddivisi su 29 settori (1,2 km in più dello scorso anno). Il percorso sarà come da tradizione completamente pianeggiante, ma sarà reso durissimo e meraviglioso da quelle famose pietre in cui i campioni delle due ruote hanno scritto memorabili pagine di storia del ciclismo.

Su tutti spiccheranno come sempre Foresta di Arenberg, Mons-en-Pévèle e Carrefour de l’Arbre, i più impegnativi, i più sconnessi e i più affascinanti, quelli in cui spesso si è decisa la gara. Domenica capiremo se sarà così anche alla Parigi Roubaix 2024, ma a prescindere da dove verrà fatta la differenza sarà sicuramente uno spettacolo memorabile!


Vuoi rivedere le interviste video realizzate alla Strade Bianche 2024?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Giro d’Italia 2024: tra i ciclisti al via in 27 hanno già vinto tappe

Tra i partenti al Giro d’Italia 2024 solo Nairo Quintana ha conquistato il successo finale, già saliti sul podio anche Chaves, Caruso e Thomas. In 27 hanno invece vinto tappe alla corsa rosa.

Storia Giro d’Italia in vista dell’edizione 2024

Storia Giro d’Italia: 22 ciclisti vantano almeno due trionfi finali, 42 sono le frazioni vinte da Mario Cipollini e 32 le nazioni con successi di tappa dal 2000 in poi.

Carlos Rodriguez ha vinto il Tour de Romandie 2024

Il Tour de Romandie 2024 si è chiuso con il trionfo di Carlos Rodriguez. È il terzo della Spagna nella storia della corsa. Per il ciclista iberico seconda vittoria World Tour in stagione.

Giro d’Italia 2024: favoriti e tappe

Definiti gli iscritti al Giro d’Italia 2024 che scatterà il 4 maggio. Tra i favoriti il principale è Tadej Pogacar, già a segno 7 volte in stagione. Italiani a caccia del 206° podio nella storia.

Classiche Monumento 2024: il focus dopo la Liegi

Philipsen, Van der Poel e Pogacar i ciclisti a segno nelle prime quattro Classiche Monumento 2024. Per l’Italia il podio di Mozzato al Fiandre, Belgio sempre in vetta alla classifica all-time.

TI POTREBBE PIACERE

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.

Tappa 11 Giro d’Italia 2024: Jonathan Milan domina in volata e concede il bis

Con una volata da manuale Jonathan Milan ha vinto la tappa 11 Giro d’Italia 2024 battendo Groves a Francavilla al Mare. Per l’azzurro bis alla corsa rosa e quinto sigillo stagionale, di cui 4 World Tour.

Tappa 10 Giro d’Italia 2024: vittoria di Valentin Paret Peintre

Doppietta transalpina nella tappa 10 Giro d’Italia 2024 con il primo successo in carriera di Valentin Paret Peintre e il 2° posto di Romain Bardet. Francia a quota 77 vittorie nella storia del Giro.