giovedì, 23 Maggio 2024

Tour 2023: vittoria di Wout Poels, equilibrio tra Vingegaard e Pogacar

Wout Poels ha centrato il primo successo in carriera al Tour de France, nulla di fatto nel duello per il trionfo finale, gioia azzurra con Ciccone maglia a pois.

HOMEPillole CiclopicheTour 2023: vittoria di Wout Poels, equilibrio tra Vingegaard e Pogacar

Wout Poels vince davanti a Wout Van Aert

Ha vinto il Wout forse meno atteso, ma che comunque si è dimostrato decisamente il più forte sulle rampe della doppia scalata finale, precedendo colui che per un giorno diventa “l’altro Wout”. Grande soddisfazione e successo meritato per l’olandese Wout Poels che si è aggiudicato la 15ª frazione del Tour de France 2023, primeggiando sul traguardo di Saint Gervais Mont Blanc con 2’08” di vantaggio sul belga Wout Van Aert. I due protagonisti principali della fuga di giornata avevano iniziato assieme l’ascesa della breve ma arcigna Côte des Amerands, ma Wout Poels ha sfruttato la sua miglior capacità di andar forte sui tratti di maggior pendenza e ha poi allargato ulteriormente il vantaggio sulla salita conclusiva.

Trionfo meritato per lui e niente di nuovo invece nel duello infinito tra i due super campioni in lotta per la vittoria del Tour 2023, Jonas Vingegaard e Tadej Pogacar. Il danese ha marcato il diretto avversario che oggi non ha tentato particolari azioni. La frazione è filata via sul filo dell’equilibrio ed in prospettiva tutto è rimasto invariato, ma con una giornata in meno verso Parigi.

Pogacar e Vingegaard son arrivati a 6’04” da Wout Poels, seguito come detto da Van Aert, mentre al 3° posto di giornata è giunto il francese Mathieu Burgaudeau (a 3’00”), poi lo statunitense Lawson Craddock (a 3’10”), lo spagnolo Mikel Landa (a 3’14”), i francesi Thibaut Pinot (a 3’14”) e Guillaume Martin (a 3’32”).

Tra i protagonisti della fuga che Giulio Ciccone che grazie ai punti conquistati nei GPM di giornata ha indossato la maglia a pois di miglior scalatore. E’ la prima soddisfazione per il ciclismo italiano in un Tour fin qui anonimo e che oggi ha prolungato il digiuno da record per ciò che concerne le vittorie di tappa (79 consecutive individuali senza acuti azzurri).

Nella lotta per il 3° posto finale il britannico Adam Yates ha guadagnato 18” sull’iberico Carlos Rodriguez e 1’34” sull’australiano Jai Hindley.

La classifica generale dopo 15 tappe

Jonas Vingegaard ha difeso la maglia gialla e conservato i 10” di vantaggio in classifica generale rispetto a Tadej Pogacar. A distanza siderale dai due fuoriclasse tutti gli altri: 3° a 5’21” Rodriguez, 4° a 5’40” Adam Yates, 5° a 6’38” Hindley, 6° a 9’10” Sepp Kuss (Usa), 7° a 10’11” Pello Bilbao (Spa), 8° a 10’48” Simon Yates (GB). Tutto ancora apertissimo quindi dopo due settimane di gara, in attesa delle ultime decisive tappe che delineeranno la graduatoria generale verso Parigi.

Di Wout Poels il primo successo olandese al Tour 2023

Wout Poels ha centrato il secondo successo di tappa in un Grande Giro, il primo in assoluto però festeggiato tagliando per primo la linea del traguardo dato che alla Vuelta di Spagna 2015 la vittoria gli venne assegnata successivamente a causa della squalifica dell’iberico Cobo su l’Alto de L’Angliru. Per l’esperto olandese Wout Poels (classe 1987), che nel corso della sua carriera vanta anche il trionfo alla Liegi-Bastogne-Liegi del 2016, si tratta della prima gioia di questa stagione.

L’Olanda, con il successo di Wout Poels, è diventata la 10ª nazione ad aggiudicarsi tappe al Tour 2023 ed è un numero rilevante considerando che nelle ultime edizioni, alla fine delle tre settimane erano in tutte nel complesso 9. Olanda a quota 182 affermazioni parziali nella storia della Grande Boucle e a quota 8 trionfi in stagione in gare UCI World Tour (stesso numero dell’Italia).

Dopo il giorno di riposo, ecco la crono!

Dopo tre frazioni durissime, il Tour de France 2023 si appresta a vivere il secondo e ultimo giorno di riposo. Pausa meritata per i ciclisti rimasti in gara che hanno dovuto superare tante difficoltà nelle ultime giornate. La corsa ripartirà martedì con la 16ª tappa, la crono individuale di 22,4 km che partirà da Passy e che finirà a Combloux.

Frazione importantissima in ottica classifica, caratterizzata tra l’altro da un percorso tecnico e da un tratto conclusivo reso impegnativo dai 2,5 km della Côte de Domancy (pendenza media del 9,4%) e dalla strada che anche dopo la fine dell’ascesa continua a salire. Necessario arrivare ancora freschi in quel punto, perché rilanciare l’azione sarà fondamentale. Altro scontro questa volta a distanza tra chi vuole aggiudicarsi il Tour 2023!

Le precedenti tappe del Tour 2023

Di seguito le principali curiosità statistiche, tappa per tappa, del 110° Tour de France. Per sapere di più su quanto accaduto nei giorni antecedenti rispetto all’acuto di Wout Poels:


Sai quante nazioni hanno conquistato il successo finale nella storia del Tour de France prima del 2023?

TI PIACE L'ARTICOLO?

Ti piace Ciclopico? Seguici sui nostri Social

ARTICOLI CORRELATI

Approfondimenti collegati al contenuto dell'articolo

Gioia tedesca nella tappa 17 Giro d’Italia 2024 grazie a Georg Steinhauser

Georg Steinhauser ha vinto la tappa 17 Giro d’Italia 2024, ha centrato il primo trionfo in carriera e ha firmato il primo sigillo tedesco di questa edizione. Pogacar 2° porta a 16 i giorni consecutivi in rosa!

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Statistiche Giro d’Italia 2024 dopo 15 tappe

Al secondo giorno di riposo Tadej Pogacar è il padrone della corsa con 4 sigilli parziali e 14 giorni in rosa. Sono 4 le frazioni vinte dagli italiani, 7 le nazioni a segno. Ecco le statistiche Giro d’Italia 2024.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

TI POTREBBE PIACERE

Gioia tedesca nella tappa 17 Giro d’Italia 2024 grazie a Georg Steinhauser

Georg Steinhauser ha vinto la tappa 17 Giro d’Italia 2024, ha centrato il primo trionfo in carriera e ha firmato il primo sigillo tedesco di questa edizione. Pogacar 2° porta a 16 i giorni consecutivi in rosa!

Tappa 16 Giro d’Italia 2024: cinquina da record di Tadej Pogacar

Tadej Pogacar ha firmato la personale cinquina nella tappa 16 Giro d’Italia 2024 accorciata causa maltempo e ha aggiornato i suoi record, riportando alla mente quanto fatto da Merckx nel 1973.

Tadej Pogacar incanta e firma il poker nella tappa 15 Giro d’Italia 2024

Splendida impresa di Tadej Pogacar nella tappa 15 Giro d’Italia 2024. Lo sloveno vince a Livigno, rafforza il primato in classifica e conquista il quarto successo in questa edizione della corsa rosa!

Tappa 14 Giro d’Italia 2024: Filippo Ganna torna “turbo” e domina la crono

Filippo Ganna si prende la rivincita a crono e vince la tappa 14 Giro d’Italia 2024 davanti a Tadej Pogacar. Per l’azzurro primo successo in stagione, settimo in carriera alla corsa rosa.

Jonathan Milan firma il tris nella tappa 13 Giro d’Italia 2024

Sul traguardo di Cento arriva il tris di Jonathan Milan. Il velocista azzurro ha vinto la tappa 13 Giro d’Italia 2024 e portato a 6 i successi stagionali. E' lui il re degli sprint.

Julian Alaphilippe mette la sua firma prestigiosa nella tappa 12 del Giro d’Italia 2024

Nella tappa 12 Giro d’Italia 2024 arriva il primo successo di Julian Alaphilippe alla corsa rosa. Francia a 3 sigilli di questa edizione e a 78 nella storia. Undicesimo giorno da leader per Pogacar.